Care/i, sono già passate alcune settimane dalla bella assemblea di domenica 29 settembre; abbiamo cercato di dare seguito a quanto si era deciso in quella sede.

Innanzitutto noi: l’Esecutivo nazionale si è allargato – e da provvisorio è diventato definitivo – con l’introduzione di esponenti dei settori più importanti coinvolti nel progetto di autonomia differenziata. Oggi l’esecutivo è formato da Marina Boscaino, Marina Calamo Specchia, Giovanni Cocchi, Carmen D’Anzi, Rossella Latempa, Francesco Marola, Loretta Mussi, Renata Puleo, Carlo Salmaso, Emanuele Ungheri, Lorenzo Varaldo, Roberto Villani; sono rappresentati i settori scuola, ricerca e università, sanità, ambiente, ai quali si aggiungerà certamente almeno un rappresentante delle infrastrutture. Sono rappresentate molte regioni, con un bilanciamento tra Sud e Nord. Il comitato opererà, in ottemperanza di quanto stabilito in assemblea e sull’obiettivo imprescindibile del Ritiro di qualunque autonomia differenziata, in riunioni periodiche in presenza e via Skype.

E’ stata poi creata una mailing list del Coordinamento territoriale con i rappresentanti di ciascuno di tutti i comitati di scopo locali e i membri dell’esecutivo stesso; in quella sede ci si propone di creare una concreta e fitta interlocuzione tra esecutivo e comitati locali, con socializzazione delle attività che si svolgono sui territori (le iniziative verranno pubblicate sulla pag FB www.facebook.com/ControOgniAutonomiaDifferenziata  e sul blog https://perilritirodiqualunqueautonomiadifferenziata.home.blog/ ) e proposte dai/per i territori.

Rimaniamo in attesa delle risposte delle richieste di incontro con esponenti del governo, sindacati e partiti politici.

Al momento l’unica risposta è pervenuta dalla Cgil nazionale, dell’incontro con la quale vi daremo riscontro.

Nonostante il diffuso allentamento della vigilanza sul tema della autonomia differenziata, siamo convinti che l’attenzione e il contrasto debbano rimanere alti: le imminenti elezioni dell’Emilia Romagna, le dichiarazioni contrastanti di membri del governo, l’annuncio di una legge quadro per la fine dell’anno da parte del ministro Boccia (e, al contempo, i dati che sono stati finalmente pubblicati ufficialmente rispetto alla sperequazione sulla destinazione di fondi pubblici tra Nord e Sud) ci indicano che il percorso è ancora pienamente in piedi e che occorrerà tutta la nostra partecipazione per chiedere il Ritiro di ogni Autonomia Differenziata.

L’Esecutivo nazionale per il ritiro di qualunque autonomia differenziata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...