Come Comitato NO AD abbiamo chiesto a Fabio Magnasciutti, illustratore romano, di farci da testimonial con una delle sue vignette. Ha risposto subito.

Fabio Magnasciutti insegna illustrazione editoriale allo IED di Roma, ha fondato una scuola di illustrazione ed ha collaborato con diverse testate tra cui La Repubblica, l’Unità, Il Fatto Quotidiano, Il Manifesto. Si definisce un artista dell’illustrazione da sempre, dalle prime matite e dai primi fumetti presi in mano. Ama la musica ed è capace di ascoltare tutti i sensi: “osservazione, memoria, evocazione” sono le doti che costituiscono la sua vita d’artista.

Il risultato della richiesta che gli abbiano rivolto è l’illustrazione che presentiamo e che, nei pochi tratti con cui prende forma un dialogo fra tre pezzi umanizzati di un puzzle, riesce a definire la nostra battaglia sintetizzandola nella parola “pezzi”. Siamo noi, abitanti di questo Paese, ad essere pezzi separati proprio da quelle diseguaglianze che si approfondiranno e ci divideranno se il progetto di autonomia differenziata verrà portato a compimento. Saranno le regioni ad essere divise e differenziate, rese diverse in modo sostanziale nell’erogazione di servizi e diritti, dalla sanità, alla scuola, al lavoro e alle altre materie (23 in tutto) contemplate nell’art. 117 della Costituzione riformata nel 2001.

Il doppio senso di quell’ “essere a pezzi” sintetizza la separazione ed il peso che si abbatterà sui nostri corpi, sulle nostre singole vite, quando scopriremo (e senza possibilità di referendum) di essere divenute persone di serie A, B…Z secondo il nostro luogo di residenza. Poi c’è quella bandiera spezzata che parla di rottura del patto nato con la Costituzione del 1948, quello che definisce fin dai princìpi (art.5) la Repubblica come “una e indivisibile”, subordinando a questo il riconoscimento delle autonomie locali, nel medesimo articolo. E infine il sole che segna, attraverso le ombre di chi cammina, i nostri passi nella direzione dell’eguaglianza dei diritti perché la giustizia, se è, deve essere per tutte e tutti.

Ringraziamo perciò Fabio Magnasciutti per questo suo primo pensiero.

Dianella Pez dell’esecutivo del Comitato No AD

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...